La cucina secondo il ciclo delle stagioni nei campi. Maggio, tempo di Fave e Cardi

La cucina Sarda è una cucina semplice e genuina, fatta di sapori veri ed autentici. Noi di Is Perdas facciamo tesoro di questa filosofia e, attraverso i piatti proposti, accompagniamo gli ospiti in un itinerario di sapori e profumi che rispetta e rispecchia la stagionalità dei campi.
Maggio è un mese che ci regala ottimi prodotti, come le Fave ed i Cardi Selvatici. In questo articolo vi sveliamo qualche curiosità su questi frutti della terra ed anche qualche ricetta che potrete ritrovare anche nella cucina del nostro agriturismo.

Le Fave, impiegate in cucina  sia fresche che secche, sono da sempre un ingrediente principale in molte ricette tradizionali e, sin dall’antichità, rappresentano un importante alimento per il sostentamento della Sardegna.  Sapete che ad oggi sono il legume più coltivato nell’Isola?
Le Fave hanno inoltre delle importanti caratteristiche a livello nutrizionale. Sono infatti ricche di carboidrati, ma anche di proteine: di queste ultime infatti ne contengono quasi il triplo di quelle presenti nel grano o nel riso! Proprio per questo motivo sono un alimento base ed immancabile nella cucina “povera” che si tramanda di generazione in generazione.

I Cardi invece appartengono alla famiglia dei carciofi e con questi condividono il tipico sapore amarognolo. Crescono spontanei nei terreni aridi ed incolti, e in antichità erano utilizzati per far coagulare il latte e ricavarne il formaggio. Sembra infatti che un tipico formaggio sardo, il “Fiore Sardo”, venisse prodotto proprio grazie all’impiego dei cardi nella sua preparazione.
Anche il Cardo come le Fave ha importanti proprietà nutritive! Ha infatti un’azione protettrice e depuratrice nei confronti del fegato ma anche dei reni, oltre che essere ricco di antiossidanti che permettono di tenere sotto controllo i radicali liberi.

Ma risvegliamo ora le papille gustative!

A Is Perdas le Fave piace cucinarle e proporle agli ospiti in ricette che permettano di assaporarne a pieno il loro gusto. Una classica ricetta è la Favata alla Sarda, “Fave e Lardo” o “Fae e Lardu”, una zuppa facile ed economica con alla base le fave secche, facilmente replicabile anche nella propria cucina, che sprigiona tutto il suo ricco sapore e che è particolarmente sostanziosa, proprio perché il lavoro agro-pastorale richiede pasti nutrienti.
Oppure ancora le Fave più grandi vengono bollite e condite successivamente con menta, aglio e finocchietto selvatico, costituendo così un saporito antipasto o un piacevole contorno.

I Cardi invece sono ottimi nella preparazione del tipico “Agnello coi Cardi”, un piatto dal sapore deciso ma che sa di tradizione, legato fortemente alla qualità della materia prima.

Cosa aggiungere se non che noi ed il nostro cuoco Gabriele vi aspettiamo ad Is Perdas per assaporare queste ottime ricette !

Share:

Lascia un commento